Matteo Borsato
Il Corvilineo

In arte Il Corvilineo, Matteo nasce nel 1994. Cresce fino a vent’anni nella casa dei genitori: bravi genitori, deve ammetterlo. Si diploma regolarmente e si stacca da Treviso, affittando un appartamento in quel di Mestre – Venezia, impegnandosi nell'università. Si stacca ancora, ma questa volta è necessario un volo: direzione Eindhoven, Olanda. C’è da chiedersi se spostarsi possa rivelarsi sempre più facile. Attualmente vive lì cercando di scegliere la strada con la panoramica migliore e, nel mentre, si appassiona a tutto quel che gli interessa, ma perde di costanza. Dà valore alla musica, alle persone ubriache e sincere, al viaggio, ai vizi, agli stacanovisti e, ultimamente, agli autostoppisti. Approccia la scrittura seguendo il vizio della poesia, espone qui e lì. Mutevole, aperto all’arte, propenso all’esperienza, limitato a volte. Vorrebbe aprire uno jazz bar, vincere un poetry slam, capire in che lingua scrivere, esporre un po’ di più, leggere On the road come si deve, diventare un editore. Si promette di fare tante cose, poi però ne fa poche o le fa sbagliate. Vorrebbe farne tante quante ne scrive e scrivere di più delle poche cose che fa. Oggi scrive la propria biografia per Soultrotters: ci prova perlomeno, in terza persona non è facile.

 

Ama il cibo gratis, i vetri rotti, i gatti alle finestre, il l profumo delle lavanderie e dei benzinai.

Odia le occasioni mancate, i genitori che non capiscono e i figli stupidi. 

La sua keyword è nonteladico.

Il suo sogno è un po’ quello di tutti: essere felice e ritrovarmi ai sessanta con gli stessi occhi di oggi.

CONTACT ME
I SOULTROTTERS DI Matteo